· 

Occidentali's Karma

Occidentali's Karma

L'approccio alle discipline orientali

L’uomo occidentale è sempre più attratto dalle discipline e dalla cultura orientale o almeno così sembra se si guarda il crescente interesse rivolto a Yoga, Tai chi, Qi gong e similari.

 

Come mai?

 

L’oriente sembra rievocare in noi una connessione profonda con il nostro essere, un equilibrio tra corpo, anima e mente ed in generale una serenità che forse stentiamo a trovare nella frenetica vita occidentale. "Trovare", "cercare"..... anche i termini che utilizziamo per esprimerci manifestano la propensione all’azione che la nostra civiltà ci ha inculcato: ed ecco allora che cerchiamo la nostra serenità e per farlo andiamo in libreria, leggiamo, ci informiamo e navigando in internet vagliamo le varie proposte di corso olistici anche in base agli orari.... certo, perché dobbiamo incastrare tutto tra la lezione di musica del figlio, il nostro lavoro e gli orari del marito o della compagna, anche perché poi la domenica c’è la partita dell’altro figlio..... e ci teniamo ad esserci!!

ASPETTA UN MOMENTO!

 

Se ciò che motiva l’avvicinamento alle discipline come Yoga è la ricerca di una serenità interiore e di una percezione maggiore del proprio corpo forse è meglio partire da una visione un po’ più ampia della propria vita e da una progressiva ma costante riorganizzazione della stessa che accompagni la frequentazione di un corso.

In quest’ultimo, infatti, verranno insegnate delle tecniche, delle posizioni e degli esercizi specifici che fungeranno da strumenti per un viaggio alla scoperta del proprio corpo e di se stessi, ma se non saranno assimilati in un percorso di cambiamento e crescita personale finiranno per essere paragonabili ad una qualsiasi disciplina di fitness.

Se così fosse dell’oriente e delle sue ricchezze sarebbe arrivato a noi ben poco.

 

Le stesse pubblicazioni inerenti le discipline olistiche le descrivono come un viaggio di conoscenze di sè, di crescita spirituale e quindi anche di consapevolezza fisica; già il fatto che siano insegnate ne riduce l’autenticità, se almeno vengono approcciate con l’atteggiamento giusto possono diventare preziosi accessi a saggezze millenarie ma è facile intuire che la differenza la fa ognuno ed è altrettanto intuitivo comprendere che, anche senza una specifica conoscenza tecnica, chiunque può intraprendere un percorso personale introducendo nella propria routine più tempo per se, per la meditazione e per il contatto con la natura. Se a questo si unisce qualche nozione il risultato non potrà essere che migliore.

 

In sintesi l’dea è che in ognuno di noi ci sia già tutto ciò che ci affanniamo a cercare all’esterno; dobbiamo solo regalarci il tempo per ascoltarlo e scoprirlo. Dall’esterno non arriveranno risposte o miracoli ma spunti ed aiuti anche molto utili ma non indispensabili. Se così approciate le discipline orientali potranno darci una mano a stravolgere positivamente la nostra vita.



Energia

Tu quale cerchi?

 

Presentazione Stretching

Per chi? E perché?

Che sportivo sei?

Amatoriale o professionista?


Scrivi commento

Commenti: 0