· 

Prova costume in arrivo!

Prova costume in arrivo!

Tu come la prendi?

È primavera! Vento autunnale, cielo coperto, pioggia e previsioni deprimenti?
Solo dettagli… Il calendario dice che siamo in primavera e tanto basta: l’ora è cambiata, le giornate si allungano e siamo più positivi, già proiettati al cambio guardaroba e alle vacanze in spiaggia.

Oddio, ma entrerò ancora nel costume?

E in quel vestitino a fiorellini così carino (e trasparente)?

 

Siamo alle solite, lo spettro della prova costume si abbatte impietosamente sulle nostre vite sedentarie. Neanche il tempo di uscire dal letargo e festeggiare la bella stagione che ci ritroviamo già in crisi.

C’è chi è ottimista: “Ci sono sempre entrata e ci entrerò anche quest’anno”

e chi invece si lascia andare al pessimismo più tragico: “Non ce la farò mai, non potrò nemmeno uscire di casa!”. C’è chi la prende con filosofia: “Mal che vada prenderò una taglia più grande” e chi invece si dà alla sofistica: “È il vestito che si è ristretto perché io sono sempre la stessa”

Infine, c’è l’anticonformista: “Io non ho niente che non vada, il problema è questa società bacchettona, tarata sulle misure di Miss Italia” e c’è quella realista: “Houston, abbiamo un problema!”

 

E via con diete di ogni tipo, fai da te o meglio ancora di tendenza… Alla fine, probabilmente si raggiungerà l’obiettivo desiderato. Tutto bene quindi? Assolutamente no! Sarà un risultato a breve scadenza perché fatto per non durare: nella migliore delle ipotesi si sarà persa massa magra e basta, e si riacquisteranno tutti i chili persi, se non di più, in un amen. Tutto questo mettendo a rischio la propria salute, perché seguire digiuni o privazioni esagerate sottopone il corpo ad uno stress psico-fisico che può essere causa di disturbi anche gravi. Quindi tanto per cominciare niente digiuni o diete improvvisate, meglio affidarsi a specialisti competenti, anche se nella maggior parte dei casi basterà semplicemente un'alimentazione sana ed equilibrata, ricordando che i risultati migliori si ottengono associando un'attività fisica regolare.

 

Il problema vero però sta più a monte: non è tanto farne una questione estetica che ci può stare, perchè no, ma di prospettiva. Provate a chiedervi: “Per chi lo sto facendo?”

“Ma che domande, lo sto facendo per me, ovvio!”

Ne siete proprio sicure? La verità è che purtroppo gli altri ci condizionano più di quanto pensiamo: troppo spesso ci giudichiamo e ci vediamo per come ci giudicano e ci vedono gli altri e, anche inconsapevolmente, il nostro obiettivo diventa quello di piacere agli altri.

Piacersi per piacere: questa è la prospettiva corretta. Vi stupirà sapere che apparire veramente belle a prescindere da tutto, anche dall’aspetto fisico, è possibile, perché quando si sta bene e soprattutto ci si sente bene si è anche naturalmente più belle. Alimentazione e sport, sempre loro, ci arrivano in soccorso perché sono fonte di buon umore. Basta poco: piatti colorati e profumati, e niente cibo spazzatura, perché mangiare dev'essere un piacere e non fonte di tristezza, rabbia o frustrazione.

L'attività fisica poi stimola la produzione di alcuni neurotrasmettitori, come le endorfine e la serotonina, direttamente coinvolti nel procurare piacere, serenità e buon umore, e riduce il livello di cortisolo nel sangue, ormone coinvolto nello stress e nella depressione.

 

Allora forza!

Da qui all'estate c’è ancora tutto il tempo per fare le cose come si deve, e se invece di ridurvi sempre all'ultimo minuto vi applicate con costanza durante tutto l’anno, sarete pronte e sorridenti ad ogni occasione senza troppa ansia.

 

E voi cari maschietti, toglietevi pure quel sorrisino dalla faccia. Pensate che la cosa non vi riguardi? Guardate giù: quanto vedete dei vostri piedi o oltre a loro? Appunto… nessuno pretende il fisico da culturista o la tartaruga stampata sull’addome, ma quella pancetta…

E ora diteci un po’... che estate sarà la vostra?

 

by Lucia


Scrivi commento

Commenti: 0